vai ai contenuti

HOME | IL SISTEMA | RUBRICHE | CREA IL TUO VIAGGIO | OSPITALITA | COSA FARE
Home   >   News & Itinerari

Ricerca

Date
Date
Elementi correlati
Mantova, Palazzo Ducale

Risorsa turistica: Museo di Palazzo Ducale
Costruita a cominciare dalla fine del ‘200 e accresciuta ... >>>

Mantova, Palazzo Te

Risorsa turistica: Museo di Palazzo Te
Palazzo Te, formalmente, si ispira alla villa rustica ... >>>

Comunica con noi

MANTOVA.... da amare....da scoprire

MANTOVA CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA


MANTOVA
... da amare, da scoprire!


Molte le proposte ideate e organizzate anche per il pubblico internazionale alla scoperta delle attrattive culturali, ma anche ambientali ed enogastronomiche, che hanno reso celebre la città nel mondo.
Arte, architettura, archeologia, musica, natura, tipicità culinarie: Mantova durante l'anno ha svelato attraverso percorsi tematici inediti tutti i suoi tesori. Dal complesso di Palazzo Ducale, una vera "città nella città" che si estende dal Castello di San Giorgio a Piazza Sordello e conserva meraviglie come la Camera degli Sposi del Mantegna, a Palazzo Te, villa rinascimentale costruita e decorata da Giulio Romano. Dalla Basilica di Sant'Andrea progettata da Leon Battista Alberti al Teatro Scientifico del Bibiena e alla Basilica Palatina di Santa Barbara.
Le visite però non sono concentrate solo sui monumenti e le piazze del centro storico: Mantova è anche Parco del Mincio, un'area protetta che circonda la città con tre laghi e sponde verdi da percorrere, riserve naturali e habitat da scoprire con itinerari in barca, in bicicletta o a piedi che permettono di ammirare la flora e la fauna tipica delle zone lacustri e di vedere i borghi rivieraschi che la circondano.
Altre mete come Sabbioneta e San Benedetto Po completano le proposte di itinerari.

I turisti potranno acquistare la Mantova card  che garantisce l'accesso ai musei di Mantova e Sabbioneta, l'utilizzo di bus e bici pubbliche e offerte in ristoranti e hotel.
I visitatori potranno inoltre sperimentare, grazie all'app creata appositamente per Mantova Capitale, un'inedita interazione tra mondo fisico e mondo digitale: la Phigital City, tutta da scoprire.




Mantova capitale italiana della cultura


Mantova capitale italiana della cultura Mantova capitale italiana della cultura Mantova capitale italiana della cultura Mantova capitale italiana della cultura




Mantova capitale italiana della cultura



MANTOVA SEMPLICEMENTE MERAVIGLIOSA
Chi arriva a Mantova resta colpito dal suo fascino immutato nel tempo, dall’atmosfera unica e accogliente che si respira. Una città che toglie il fiato quando la si ammira dalle sponde dei laghi. Da qui appare come sospesa sull’acqua, protagonista di un paesaggio quasi surreale, fatto di storia, di arte, di natura. Mantova non è fatta per essere visitata velocemente. Le piazze, i vicoli, i ciottoli invitano il visitatore ad ammirare lentamente ogni monumento e ogni palazzo storico di questa città dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO insieme alla vicina Sabbioneta. A Mantova, storia, arte, cultura si intrecciano inesorabilmente in ogni dove. E tutt’intorno un ambiente di inestimabile valore naturalistico. Luoghi singolari e magici che fanno di Mantova una città semplicemente meravigliosa.
[continua a leggere ...] 
Scarica la brochure





MANTOVA NEL SETTECENTO
All’inizio del XVIII secolo, a conclusione della guerra di successione spagnola, il duca Ferdinando Carlo Gonzaga Nevers fu costretto ad abbandonare Mantova e il possesso del ducato gonzaghesco fu dichiarato ereditario della Casa d’Austria. L’annessione all’Impero si rivelò determinante per il destino della città e del suo territorio. L’insediamento del governo asburgico coincise, infatti, per Mantova, con l’inizio di un periodo di ripresa e di rinnovamento (dopo la decadenza che aveva caratterizzato l’ultimo secolo della signoria gonzaghesca) e con l’attribuzione di un nuovo e fondamentale ruolo nell’ambito del sistema dei territori imperiali. La città, che per quasi quattro secoli aveva mantenuto il ruolo di capitale di un piccolo stato, si trasformò, di fatto, in capoluogo di una provincia periferica e per la sua collocazione nell’ambito dei territori imperiali, per la sua posizione naturalmente fortificata, congiunta alle opere difensive di tradizione rinascimentale, nonché per il suo ruolo di postazione avanzata nell’accerchiamento della Repubblica di Venezia, assunse un ruolo strategicomilitare di assoluta importanza che determinò la sua conseguente e progressiva conversione in città fortezza. 
[continua a leggere ...]
Scarica la brochure





Mantova tra illuminismo e positivismo
LE COLLEZIONI NASCOSTE

Un percorso inedito tra arti, scienze, luoghi e collezioni.
La città di Mantova custodisce nei suoi Musei, Fondazioni, Scuole, Istituti e dimore private collezioni e reperti scientifici di pregio riferibili al periodo tra il ‘700 e l‘800, oggi in gran parte non visibili al pubblico. Nel 2014 il Comune di Mantova e un qualificato gruppo di partner ha dato il via ad un importante progetto di approfondimento della conoscenza di questo patrimonio, di sua valorizzazione e fruizione da parte del pubblico di appassionati e curiosi. 
[continua a leggere ...] 
Scarica la brochure





Mantova gustosa, Itinerario e curiosità attraverso i sapori mantovani 
UNA STORIA LUNGA SEIMILA ANNI 
Il territorio mantovano, punteggiato di paludi e acquitrini, fin dalla preistoria ha offerto ai propri abitanti abbondanza di elementi necessari alla vita: acque copiose di pesce, aree pianeggianti ricche di boschi e di selvaggina, ma anche adatte alla coltivazione e all’allevamento. A Mantova il libro dell’uomo si apre con le immagini commoventi degli “Amanti di Valdaro”, sepoltura di un uomo e di una donna vissuti nell’età neolitica che sembrano uniti in un eterno abbraccio, e di un uomo, il “Cacciatore Orione” sepolto con il suo cane “Sirio”, a testimoniare come il territorio fosse abitato da comunità sin da tempi antichissimi. I musei archeologici mantovani – il Museo Archeologico Nazionale di Mantova, il Museo Archeologico dell’Alto Mantovano di Cavriana, il Museo Civico Bellini di Asola, il Mu.Vi. di Viadana, il Museo Civico Archeologico di Pegognaga, il Civico Museo Archeologico di Ostiglia – raccolgono testimonianze della presenza di comunità di agricoltori, cacciatori e allevatori che hanno colonizzato quest’angolo della pianura padana.
Scarica la brochure





MANTOVA Fortezza
Il Mantovano fu spesso teatro di scontri ed eventi bellici che nel corso dei secoli sconvolsero l’Italia settentrionale. Da sempre caratterizzato da un fragile equilibrio tra terra e acqua questo territorio entrò, infatti, a far parte di sistemi fortificati messi a punto nel tempo da differenti entità statali in base a rinnovate esigenze difensive e in relazione alle costanti evoluzioni dell’arte della guerra. Ma fu in particolare la città di Mantova che per la sua peculiare conformazione geografica assunse un significativo valore strategico-militare. A lungo protetta da una semplice cinta muraria solo sporadicamente munita di torri e baluardi, la città fin dalle origini, così come ancora oggi, era infatti circondata dalle acque del fiume Mincio, quelle acque che nei secoli ne avrebbero potenziato la difesa assicurandole l’inespugnabilità e procurandole fama di città invincibile.
Scarica la brochure





GIULIO, GENIO DEL RINASCIMENTO
Itinerario artistico alla scoperta di Giulio Romano

Questa guida propone un inedito itinerario di Mantova e provincia sulle tracce di un artista che ha lasciato un segno inconfondibile nel volto della città e del suo territorio. L'intento è quello di offrire una alternativa valida e stimolante alla tradizionale visita ai luoghi più noti e conosciuti della città, guidando il lettore alla scoperta delle opere di Giulio Romano, celebrato artista della Maniera Moderna.
Scarica la brochure





MANTOVA, La città e gli Ebrei
Numerose e notevoli sono in Mantova le vestigia della presenza ebraica. Ciò in ragione del ruolo di primo piano che per secoli gli ebrei giocarono nella vita economica, sociale e culturale della città. Se l'esistenza di una piccola comunità è documentata sin dal XII secolo, i primi consistenti insediamenti di famiglie di prestatori risalgono alla seconda metà del Trecento; a queste si affiancano un secolo dopo nuclei di artigiani e di commercianti, attivi principalmente nei settori dei preziosi, dei panni di lana, dei drappi di seta, delle granaglie e del vino. Se i banchieri vengono a soddisfare il fabbisogno di capitali proprio di una fase espansiva, l'intraprendenza degli artigiani e dei commercianti ebrei conferisce nuovo slancio alla vita economica. Consapevoli dell'"utilità" degli ebrei, i Gonzaga non esitano a chiamarli a Mantova e a favorirli con generose concessioni; le elevate contribuzioni che esigono in cambio vengono a rivestire un'importanza non secondaria per le finanze del piccolo stato e per le esigenze dei principi e della corte.
Scarica la brochure





MANTOVA, La città di Rigoletto
Itinerario alla scoperta dei luoghi dell'opera di Giuseppe Verdi

Attraverso un itinerario che intreccia fantasia e realtà, ripercorriamo i luoghi dell'opera Rigoletto di Giuseppe Verdi, ambientata a Mantova nel XVI secolo. Luoghi che hanno fatto parte della scenografia dell'opera, tanto aderenti al vero che allo stesso pubblico che assisteva al melodramma accadeva di specchiarsi in momenti della propria esistenza, di riconoscere ambienti e paesaggi consueti, frutto di una scelta consapevole e realistica da parte dell'autore dell'opera. Palazzi e piazze, strade e vicoli, scorci cittadini erano così veri e realistici da consentire l'individuazione di una ipotetica loro collocazione all'interno della città. I bozzetti di scena di Giuseppe Bertoja, scenografo di Verdi, la mappa seicentesca dell'ingegnere e cartografo Gabriele Bertazzolo, il catasto teresiano, le cronache dell'epoca, rappresentano le tracce per cercare la congiunzione tra gli ambienti e i paesaggi descritti nell'opera e i luoghi reali, così come si vedono ora.
Questo itinerario, seppur di invenzione letteraria e basato su un'opera teatrale, intende offrire al viaggiatore nuove chiavi di lettura del patrimonio storico e culturale, oltre a nuove opportunità di visita alla città..
Scarica la brochure





MANTOVA PER AMORE
Itinerario nel cuore di Mantova alla scoperta dei luoghi più romantici

Mantova suscita emozioni e stupore in chi, oggi, ammira il suo profilo, irreale, sospeso tra cielo e acqua, come ha emozionato gli autori illustri di ogni epoca, Virgilio, Dante, Shakeaspeare, Verdi e D'Annunzio... Storie e leggende di amori appassionati si sono intrecciate nei suoi vicoli, nelle strade, nei palazzi e sulle sponde dei laghi, lasciando tracce, reali o immaginarie, della loro presenza. L'itinerario di visita inizia a Palazzo Ducale, la Reggia dei Gonzaga per oltre 4 secoli, simbolo del gusto e della raffinatezza dei signori che l'abitarono. Al suo interno, si segnalano tra gli ambienti più rappresentativi: la Camera degli Sposi, detta anche Camera Picta, che a dispetto del nome non era una camera nuziale ma un locale di alta rappresentanza con affreschi di Andrea Mantegna (in realtà pare Ludovico II vi abbia di tanto in tanto dormito in un grande letto a baldacchino sostenuto da ganci ancora visibili alle paretii) e l'Appartamento di Isabella d'Este, in cui la stessa ricavò il suo Studiolo per la lettura.
Scarica la brochure





GUIDA DI MANTOVA
Sulle orme di Virgilio
Lla prima guida turistica di Mantova in linguaggio facilitato.
La Guida turistica a lettura facilitata, creata dai ragazzi e dalle ragazze che seguono percorsi di autonomia all'interno di AIPD (Associazione Italiana Persone Down - Sezione di Mantova) è stata realizzata con l'Associazione sindrome X Fragile ed è dedicata a tutti coloro che vogliono visitare Mantova. Realizzata con il contributo di Bando Volontariato 2014, la guida offre spunti interessanti sui più rinomati siti turistici della città e dedica ampio spazio alle ricette tipiche del territorio. I contenuti della guida sono stati preparati e realizzati da giovani con disabilità cognitiva con un linguaggio di facile comprensione e hanno partecipato all'evento la scuola di cucina Le Tamerici, Peccati di Gola, Abacoop e Fotocineclub. Caratteri in stampato maiuscolo, paragrafi brevi, linguaggio chiaro e privo di ambiguità per agevolare la lettura alle persone con difficoltà di comprensione, molte fotografie e illustrazioni dettagliate. Ci sono indicazioni su come percorrere i percorsi in biciletta e descrizioni semplici dei principali luoghi da visitare. Una buona parte del manuale è dedicato alle tante ricette tipiche della cucina mantovana.
Info:
Associazione Italiana Persone Down ONLUS Mantova
Tel. 334 1491715 - 0376 373052
info@aipdmantova.it - www.aipdmantova.it
Scarica la brochure


 


Mantova capitale italiana della cultura



GLI ITINERARI:


1 - Mantova e Sabbioneta, patrimonio dell'umanità dell'Unesco
Le due città rinascimentali con l'impronta dei Gonzaga
Mantova e Sabbioneta, splendori del Rinascimento (1 giorno)
Mantova, Sabbioneta e Castellaro Lagusello (3 giorni)


2 - Mantova, città d'arte, città di cultura
Oltre duemila anni di storia hanno lasciato testimonianze uniche, dagli etruschi alle opere di artisti come Andrea Mantegna, Giulio Romano e Leon Battista Alberti
Mantova e i suoi tesori (1 o 2 giorni)
Il Percorso del Principe, lo spirito del Rinascimento (1 giorno)
Il centro storico, la città romana e medievale (½ giornata)
Mantova e i borghi più belli d'Italia (3 giorni)
Mantova e il Settecento (1 giorno)
Mantova archeologica (2 giorni)


3 - Un viaggio tra la natura
Percorsi a piedi, in bicicletta o sull'acqua alla scoperta dei laghi e della Riserva Naturale Valli del Mincio
Luce di Luna (½ giornata)
Mantova e i laghi (½ giornata)
Terra Acqua e Cielo (1 giorno)


4 - Enogastronomia d'eccellenza
Assaggi e lezioni per conoscere una cucina raffinata, che esalta i prodotti del territorio
Alla tavola dei Gonzaga – City Break con cooking class (2 giorni)


5 - Arte e fede
Un percorso tra basiliche, santuari e reliquie sacre
Edifici religiosi e arte sacra (2 o 3 giorni)


Multimedia
PDL_MANTOVA_354221ef70a5560c182796e79c0b5c42

Entra nella sezione per visualizzare tutte le foto disponibili.
News & Itinerari
basso lodigiano

ITINERARI del Basso Lodigiano
E' online il sito www.bassolodigiano.it che promuovere itinerari ...

in bicicletta nelle terre dei gonzaga

In bicicletta nella terra dei Gonzaga
Un territorio da esplorare su "due ruote"...

In Primo Piano
Un Po di bicicletta

Un Po di bicicletta : Lodi e il suo territorio
Un Po di bicicletta : Lodi e il suo territorio

>>>
CELEBRAZIONI MONTEVERDIANE

450° CREMONA PER MONTEVERDI
Musica, arte, masterclass, incontri, convegni per tutto il 2017 -

>>>
Convegno Montessori

Per una scuola che anima il desiderio di sapere
Incontro con il pensiero di MARIA MONTESSORI. Gonzaga 26 marzo 2017

>>>
Sistema Turistico Po di Lombardia delle provincie di Pavia, Lodi, Cremona, Mantova. In collaborazione con Regione Regione Lombardia